Istruzioni per la cura del piercing


Istruzioni per la cura del piercing non soltanto per una corretta guarigione ma soprattutto per prevenire l’infezione. Non devi esagerare con la pulizia del nuovo piercing. Nella fase di cura post-piercing (after care) è meglio adottare alcune misure precauzionali fino alla guarigione completa così da evitare di irritare o infettare il piercing. Sanguinamento, gonfiore, indolenzimento localizzato sono sintomi normali dopo la realizzazione di un nuovo piercing e potrebbero perdurare per tutta la prima settimana. La medicazione di routine dei piercing (non infetti) può essere eseguita con tecnica pulita e non richiede l’uso di materiale sterile.

Prevenzione

Si inizia con il lavaggio della mani con acqua e sapone; una volta che queste saranno pulite e asciutte distribuisci una piccola quantità di sapone neutro su una o due dita e delicatamente, ma accuratamente, comincia a lavare il piercing su entrambi i lati. Successivamente rimuovi con acqua tiepida i residui di sapone e asciugalo con un panno di cotone asciutto e pulito.  La detersione è la fase più importante e ripetitiva di tutto il trattamento ed ha le seguenti finalità: asportare l’eventuale tessuto necrotico; diminuire l’assorbimento di eventuali tossine; eliminare la fonte di moltiplicazione batterica; ridurre lo sviluppo della flora microbica sul fondo della lesione. In alternativa all’acqua e sapone la detersione può essere eseguita anche con la soluzione fisiologica spray.

Medicazione

Attualmente la ricerca non fornisce prove di efficacia conclusive, in merito a quale medicazione sia la più efficace; si ribadisce però la necessità di proteggere il piercing da fonti di contaminazione (saune, piscine, laghi, solarium, ecc..). Deve essere effettuata almeno 2-3 volte al giorno o in caso di bisogno, per esempio se il piercing si è sporcato o presenta sanguinamento.

Cura del piercing

Non rimuovere il piercing fino a quando non è completamente guarito perché la rimozione espone il tessuto neo formato a possibili infezioni, il tempo di guarigione varia da 6 a 8 settimane. Evitare di torcere o tirare i gioielli, spingerli avanti e indietro, batterli contro i denti o masticarli; durante il riposo notturno presta attenzione a non stimolare troppo il gioiello contro il cuscino o il materasso.

Per i piercing realizzati sulla lingua o sulla mucosa orale si raccomanda di eseguire risciacqui al cavo orale usando collutorio senz’alcol o fluoro, 4 o 5 volte al giorno, per un massimo di 60 secondi, soprattutto dopo i pasti e prima di andare a dormire. Poiché gli spazzolini da denti sono un terreno fertile per i germi, si consiglia di utilizzarne uno nuovo.

Lo stress, la frenesia, la cattiva alimentazione e alcuni farmaci hanno un effetto negativo sulla guarigione di un piercing. Il consumo eccessivo di alcol dovrebbe essere evitato durante la fase di guarigione.